• TRAV. I di Via A. Fighera 39, Martina Franca TA, 74015
  • 080 472 31 39

L’ECOMMERCE IN ITALIA CONTINUA A CRESCERE (Fonte : Wired)

L’ecommerce business to consumer (b2c, ossia rivolto al cliente) in Italia nel 2018 è cresciuto di oltre il 16% rispetto all’anno scorso, superando i 27,4 miliardi di euro di valore. Nell’ultimo anno, inoltre, gli italiani hanno speso 3 miliardi di euro in più per i loro acquisti online. Ad affermarlo sono i dati sul commercio elettronico presentati oggi dall’Osservatorio ecommerce b2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm.

Complessivamente, il mercato legato ai prodotti è salito del 25%, fino a raggiungere il 56% di tutto l’ecommerce, per un valore di circa 15 miliardi di euro. A farla da padrone sono il settore informatica ed elettronica, aumentato del 18% rispetto a un anno fa, con un valore di 4,6 miliardi di euro, e l’abbigliamento, su del 20% e con un valore di 2,9 miliardi. In aumento anche gli articoli di arredamento e home living (oltre il 53%) e il settore di prodotti alimentari (+34%). Per quanto riguarda gli altri settori, si registra un aumento del 29% rispetto al 2017, per un valore complessivo di 4,3 miliardi. Bene soprattutto il mercato dei ricambi per auto che vale 652 milioni, quello di profumi e cosmetici, che registra un aumento del 31% (435 milioni) e quello dei giocattoli che tocca i 514 milioni di valore. I servizi, che valgono 12 miliardi (in aumento rispetto al 2017 del 6%), si distinguono soprattutto per l’incremento del settore del turismo, che da solo vale 9,8 miliardi e si conferma il primo comparto dell’ecommerce in Italia. Soltanto nell’ultimo anno i servizi hanno registrato 50 milioni di ordini, tra biglietti per i trasporti, prenotazioni di case-vacanze e hotel, ma anche assicurazioni auto, biglietti per eventi e ricariche telefoniche.

In aumento anche l’export, ovvero il valore delle vendite dai siti italiani a consumatori stranieri, che tocca i 3,9 miliardi di euro e conta per il 16% di tutto il mercato. Nel 2017, sono stati quasi 230 milioni i consumatori che hanno scelto di acquistare online, con una spesa media di 70 euro, e si stima che nel 2018 il valore degli acquisti a livello mondiale possa superare i 2.500 miliardi di euro. Chi acquista online lo fa per il 31% dei casi usando uno smartphone, per un valore di oltre 8,4 miliardi di euro, mentre calano dal 67 al 62% i clienti che scelgono il pc. La Cina è il primo mercato, con un valore superiore ai mille miliardi, seguita dagli Stati Uniti con 620 miliardi e dall’Europa con 600 miliardi.

In Italia, in particolare, nonostante la lentezza della diffusione dell’ecommerce, spiega Valentina Pontiggia, direttore dell’osservatorio,“il tasso di penetrazione degli acquisti online sul totale retail, grazie alla crescita più sostenuta rispetto al canale fisico, guadagna anche quest’anno un punto percentuale, raggiungendo il 6,5%: l’ecommerce, pur avendo un peso assoluto ancora ridotto, si sta appropriando quasi integralmente dell’aumento dei consumi”.

Richiedi una consulenza gratuita